Mutui e Finanziamenti, come scegliere




Seleziona la tua Provincia

Il muto può essere richiesto anche per la ristrutturazione di immobili esistenti. Si può ottenere fino al 100% del costo dei lavori per la sistemazione dell’abitazione, in questi casi non è prevista nessuna detrazione fiscale.

Il tasso misto consente, solitamente ogni due anni, di modificare il tipo di tasso applicato all’inizio del prestito scegliendo tra tasso fisso e tasso variabile. Il passaggio si attua per usufruire dei benefici dei tassi più bassi.

Fornire i propri requisiti alla banca che eroga il prestito è di fondamentale importanza. Ecco alcune informazioni da comunicare: la descrizione dell'unità immobiliare e delle sue pertinenze (superficie totale, coperta e scoperta; fronti stradali; numero piani; anno di costruzione); il reddito netto annuale;il valore della costruzione

Le banche, per l’erogazione di un mutuo, richiedono delle garanzie. La garanzia più utilizzata è l’ipoteca, si tratta della facoltà del creditore di espropriare e vendere il bene. L’ipoteca si costituisce mendiante l’iscrizione a pubblici registri, al termine del debito l’ipoteca si estingue.

La perizia è una delle fasi preparatorie per la concessione di un mutuo. Un perito incaricato dal richiedente esamina con attenzione il bene che è stato presentato come garanzia, ne esamina le caratteristiche giuridiche e tecniche e ne indica il valore.

Tra i costi da sostenere per la richiesta del mutuo è presente anche l’imposta sostitutiva. È una spesa imposta per legge nella misura dello 0,25% sull’importo erogato nel erogante è una banca o una finanziaria parificata e si acquista un immobile ad uso abitativo per il quale si può usufruire delle agevolazioni prima casa.

Promotori finanziari iscritti all'albo per la regione Marche

“Consigli sui Mutui”