Mutui e Finanziamenti, come scegliere




Seleziona il Comune di interesse

La richiesta di un mutuo serve anche a terminare, o ampliare, la costruzione di un immobile a uso abitativo. L’edificio deve essere stato completato per il 60% del totale e non sono previste detrazioni fiscali per questa richiesta.

Il tasso variabile è un mutuo che ha una rata che varia a seconda dell’indice di riferimento (Euribor). La variazione sarà aggiornata a seconda delle modalità presenti nel contratto, mensilmente o trimestralmente.

Fornire i propri requisiti alla banca che eroga il prestito è di fondamentale importanza. Ecco alcune informazioni da comunicare: la descrizione dell'unità immobiliare e delle sue pertinenze (superficie totale, coperta e scoperta; fronti stradali; numero piani; anno di costruzione); il reddito netto annuale;il valore della costruzione

Le opzioni put contro il negative equity sono delle garanzie che la banca richiede nel caso di erogazione del mutuo, si tratta di opzioni atte a scongiurare il rischio di svalutazione dell'immobile posto a garanzia del mutuo.

La richiesta del preventivo è una delle fasi preparatorie per la concessione di un mutuo. Si tratta di una fase non vincolante per la banca, ha lo scopo di selezionare il mutuo più conveniente per colui che ne fa richiesta.

Per la richiesta del mutuo occorre sostenere delle spese, tra queste c'è l’istruttoria della pratica. Si tratta della fase in cui la banca stabilisce se il finanziamento può essere erogato o meno. Il costo è fisso o variabile: tra i 180 e i 300 euro se fisso, tra lo 0,1 e lo 0,5% se variabile.

Promotori finanziari iscritti all'albo per la regione Piemonte

“Consigli sui Mutui”