Mutui e Finanziamenti, come scegliere




Seleziona il Comune di interesse

Richiedere un mutuo è anche un modo per avere a disposizione una somma di denaro da utilizzare secondo le proprie esigenze. L’importo ottenibile è fino al 50% del valore dell’immobile a uso abitativo come garanzia.

Il tasso variabile a rata costante è anche definito a durata variabile. Il tasso è variabile ma l’importo della rata è fissato all’inizio del mutuo, tale formula va a modificare solo la durata del prestito.

Fornire i propri requisiti alla banca che eroga il prestito è di fondamentale importanza. Ecco alcune informazioni da comunicare: le persone a carico; l'occupazione attuale, se dipendente o lavoratore autonomo;l'anzianità di servizio o di lavoro autonomo

La fideiussione è una delle garanzie che le banche chiedono nell’erogazione di un mutuo. Il fideiussore il garante che si impegna a versare alla banca il pagamento di quanto dovuto dal richiedente del mutuo nel caso quest’ultimo non riesca a pagare il debito.

La chiusura dell’istruttoria è una delle fasi preparatorie per la concessione di un mutuo. Dopo aver esaminato tutte le condizioni economiche, la garanzia e le qualità del richiedente, l’istituto bancario concede il mutuo. Solo la positività di queste caratteristiche il credito può essere erogato.

Tra i costi da sostenere per la richiesta del mutuo è presente anche l’imposta sostitutiva. È una spesa imposta per legge nella misura dello 0,25% sull’importo erogato nel erogante è una banca o una finanziaria parificata e si acquista un immobile ad uso abitativo per il quale si può usufruire delle agevolazioni prima casa.

Promotori finanziari iscritti all'albo per la regione Marche

“Consigli sui Mutui”