Mutui e Finanziamenti, come scegliere




La finalità di un mutuo può essere anche il trasferimento di uno esistente dalla propria banca a un’altra, lo scopo è di ottenere migliori condizioni economiche senza sostenere ulteriori costi notarili o bancari.

Il tasso variabile a rata costante è anche definito a durata variabile. Il tasso è variabile ma l’importo della rata è fissato all’inizio del mutuo, tale formula va a modificare solo la durata del prestito.

Fornire i propri requisiti alla banca che eroga il prestito è di fondamentale importanza. Ecco alcune informazioni da comunicare:una dichiarazione di non avere debiti ovvero di averne; in quest'ultimo caso occorre precisare l'importo e l'identità dei creditori, il reddito netto mensile.

La polizza assicurativa è una delle garanzie che le banche chiedono nell’erogazione di un mutuo. Questa forma di garanzia serve a tutelare sia il consumatore che la banca nel caso non si riesca più a pagare le rate del mutuo quando si verificano degli eventi negativi.

L’atto di muto è una delle fasi preparatorie per la concessione di un mutuo. Tale procedura è in genere erogata contemporaneamente all’atto di vendita. Con l’atto di mutuo il contratto entra in pieno effetto e il credito viene erogato dall’istituto bancario al richiedente del mutuo.

Tra i costi da sostenere per la richiesta del mutuo è necessario calcolare anche le spese notarili. Tali spese variano a seconda del tipo di professionista a cui ci si rivolge, dall’atto, dall’importo dell’ipoteca e dall’ente erogante. Oltre alla parcella del professionista bisogna tenere presente anche le imposte dovute allo Stato.

Promotori finanziari iscritti all'albo per la regione Lombardia

“Consigli sui Mutui”