Mutui e Finanziamenti, come scegliere




Il mutuo è stipulato la maggior parte delle volte per l’acquisto della prima casa. Tale finalità permette di ottenere un importo fino al 100% del valore dell’immobile con il vantaggio di ottenere detrazioni fiscali sugli interessi passivi pagati.

Il tasso misto consente, solitamente ogni due anni, di modificare il tipo di tasso applicato all’inizio del prestito scegliendo tra tasso fisso e tasso variabile. Il passaggio si attua per usufruire dei benefici dei tassi più bassi.

Fornire i propri requisiti alla banca che eroga il prestito è di fondamentale importanza. Ecco alcune informazioni da comunicare: la descrizione dell'unità immobiliare e delle sue pertinenze (superficie totale, coperta e scoperta; fronti stradali; numero piani; anno di costruzione); il reddito netto annuale;il valore della costruzione

La cambiale ipotecaria è una delle garanzie che le banche chiedono nell’erogazione di un mutuo. È rappresentata da un credito cartolare, un diritto di credito presente nel documento, che offre la garanzia al creditore, in caso di mancato pagamento, di ottenere il saldo del debito prima degli altri creditori.

La chiusura dell’istruttoria è una delle fasi preparatorie per la concessione di un mutuo. Dopo aver esaminato tutte le condizioni economiche, la garanzia e le qualità del richiedente, l’istituto bancario concede il mutuo. Solo la positività di queste caratteristiche il credito può essere erogato.

Tra i costi da sostenere per la richiesta del mutuo è necessario calcolare anche le spese notarili. Tali spese variano a seconda del tipo di professionista a cui ci si rivolge, dall’atto, dall’importo dell’ipoteca e dall’ente erogante. Oltre alla parcella del professionista bisogna tenere presente anche le imposte dovute allo Stato.

Promotori finanziari iscritti all'albo per la regione Calabria

“Consigli sui Mutui”