Mutui e Finanziamenti, come scegliere




La finalità di un mutuo può essere anche il trasferimento di uno esistente dalla propria banca a un’altra, lo scopo è di ottenere migliori condizioni economiche senza sostenere ulteriori costi notarili o bancari.

Il tasso variabile è un mutuo che ha una rata che varia a seconda dell’indice di riferimento (Euribor). La variazione sarà aggiornata a seconda delle modalità presenti nel contratto, mensilmente o trimestralmente.

Fornire i propri requisiti alla banca che eroga il prestito è di fondamentale importanza. Ecco alcune informazioni da comunicare:il settore lavorativo/produttivo;se lavoratore dipendente: l'indicazione del datore di lavoro; la qualifica.

Le opzioni put contro il negative equity sono delle garanzie che la banca richiede nel caso di erogazione del mutuo, si tratta di opzioni atte a scongiurare il rischio di svalutazione dell'immobile posto a garanzia del mutuo.

L’apertura dell’istruttoria è una delle fasi preparatorie per la concessione di un mutuo. Il debitore presenta tutti i dati, dalle sue condizioni economiche agli scopi per la richiesta del prestito, all’istituto bancario per la valutazione preliminare della domanda.

Tra i costi da sostenere per la richiesta del mutuo è necessario calcolare anche le spese notarili. Tali spese variano a seconda del tipo di professionista a cui ci si rivolge, dall’atto, dall’importo dell’ipoteca e dall’ente erogante. Oltre alla parcella del professionista bisogna tenere presente anche le imposte dovute allo Stato.

Promotori finanziari iscritti all'albo per la regione Friuli-Venezia Giulia

“Consigli sui Mutui”