Mutui e Finanziamenti, come scegliere




Il mutuo è stipulato la maggior parte delle volte per l’acquisto della prima casa. Tale finalità permette di ottenere un importo fino al 100% del valore dell’immobile con il vantaggio di ottenere detrazioni fiscali sugli interessi passivi pagati.

Il tasso variabile con cap è anche definito tasso con il tetto massimo. Con tale formula si stabilisce il valore del tasso, se questo valore dovesse essere superato la rata applicata sarà sempre quella prefissata nel tetto massimo.

Fornire i propri requisiti alla banca che eroga il prestito è di fondamentale importanza. Ecco alcune informazioni da comunicare: i dati anagrafici del richiedente o dei richiedenti il finanziamento; la residenza; l'attuale abitazione, se in affitto, in proprietà o se presso terzi.

Le banche, per l’erogazione di un mutuo, richiedono delle garanzie. La garanzia più utilizzata è l’ipoteca, si tratta della facoltà del creditore di espropriare e vendere il bene. L’ipoteca si costituisce mendiante l’iscrizione a pubblici registri, al termine del debito l’ipoteca si estingue.

La concessione del mutuo è seguita da particolari fasi preparatorie. È possibile riassumere queste azioni nel seguente ordine: preventivi, apertura dell’istruttoria, perizia e accertamenti, chiusura dell’istruttoria, atto di mutuo.

Tra i costi da sostenere per la richiesta del mutuo è necessario calcolare anche le spese assicurative. L’assicurazione incendio è richiesta obbligatoriamente e il suo costo varia a seconda del valore dell’immobile e dall’importo e dalla durata del mutuo. Alcune banche richiedono altre assicurazioni come quelle sulla vita.

Promotori finanziari iscritti all'albo per la regione Toscana

“Consigli sui Mutui”