Mutui e Finanziamenti, come scegliere




Il muto può essere richiesto anche per la ristrutturazione di immobili esistenti. Si può ottenere fino al 100% del costo dei lavori per la sistemazione dell’abitazione, in questi casi non è prevista nessuna detrazione fiscale.

Il tasso fisso è uno dei requisiti più apprezzati quando si richiede un mutuo. Il tasso fisso è una formula in cui l'ammontare degli interessi viene determinato all'inizio e non varia per tutta la durata del prestito.

Fornire i propri requisiti alla banca che eroga il prestito è di fondamentale importanza. Ecco alcune informazioni da comunicare: i dati anagrafici del richiedente o dei richiedenti il finanziamento; la residenza; l'attuale abitazione, se in affitto, in proprietà o se presso terzi.

La polizza assicurativa è una delle garanzie che le banche chiedono nell’erogazione di un mutuo. Questa forma di garanzia serve a tutelare sia il consumatore che la banca nel caso non si riesca più a pagare le rate del mutuo quando si verificano degli eventi negativi.

L’apertura dell’istruttoria è una delle fasi preparatorie per la concessione di un mutuo. Il debitore presenta tutti i dati, dalle sue condizioni economiche agli scopi per la richiesta del prestito, all’istituto bancario per la valutazione preliminare della domanda.

Per la richiesta del mutuo occorre sostenere delle spese, tra queste c'è l’istruttoria della pratica. Si tratta della fase in cui la banca stabilisce se il finanziamento può essere erogato o meno. Il costo è fisso o variabile: tra i 180 e i 300 euro se fisso, tra lo 0,1 e lo 0,5% se variabile.

Promotori finanziari iscritti all'albo per la regione Piemonte

“Consigli sui Mutui”