Mutui e Finanziamenti, come scegliere




La richiesta di un mutuo serve anche a terminare, o ampliare, la costruzione di un immobile a uso abitativo. L’edificio deve essere stato completato per il 60% del totale e non sono previste detrazioni fiscali per questa richiesta.

Il tasso variabile con cap è anche definito tasso con il tetto massimo. Con tale formula si stabilisce il valore del tasso, se questo valore dovesse essere superato la rata applicata sarà sempre quella prefissata nel tetto massimo.

Fornire i propri requisiti alla banca che eroga il prestito è di fondamentale importanza. Ecco alcune informazioni da comunicare:il settore lavorativo/produttivo;se lavoratore dipendente: l'indicazione del datore di lavoro; la qualifica.

Le banche, per l’erogazione di un mutuo, richiedono delle garanzie. La garanzia più utilizzata è l’ipoteca, si tratta della facoltà del creditore di espropriare e vendere il bene. L’ipoteca si costituisce mendiante l’iscrizione a pubblici registri, al termine del debito l’ipoteca si estingue.

La richiesta del preventivo è una delle fasi preparatorie per la concessione di un mutuo. Si tratta di una fase non vincolante per la banca, ha lo scopo di selezionare il mutuo più conveniente per colui che ne fa richiesta.

Per la richiesta del mutuo occorre sostenere delle spese. La perizia ha un costo che oscilla tra i 100 e i 300 euro, a seconda della tipologia di immobile e del perito. Il professionista incaricato deve accertarsi che non siano presenti anomalie o abusi edilizi, oltre ovviamente ad accertarsi del valore dell’immobile.

Promotori finanziari iscritti all'albo per la regione Calabria

“Consigli sui Mutui”